Crisis management

//Crisis management

Crisis management

Cos’è il management, cioè la gestione, di una crisi? Quando si gestisce un’impresa, ci sono inevitabilmente dei momenti imprevedibili. E in un’epoca in cui i social media stanno rapidamente aumentando il ritmo delle campagne di marketing digitale, sta diventando sempre più probabile che uno di questi momenti imprevedibili possa essere un errore commesso online per il mondo intero. 

Quando ciò accade, indipendentemente dal fatto che sia il risultato di un hackeraggio o di un errore umano, è fondamentale disporre di un piano per risolvere rapidamente il problema in questione. Quindi, la gestione delle crisi, per un’azienda è d’obbligo ed è d’obbligo che ci sia personale formato per affrontarla e gestirla.

Sono molti i contesti in cui può essere necessaria la gestione della crisi, da un errore sui social media alla revisione di una nuova campagna pubblicitaria. In sostanza, questa pratica richiede che i piani siano messi in atto molto prima che siano necessari, lavorando quindi alla prevenzione.

Crisis prevention

Come detto, tutto deve iniziare prima che il problema si poga e si deve quindi lavorare sulla prevenzione della crisi.

Per ovvie ragioni, è meglio lavorare per prevenire una crisi piuttosto che tentare di risolverla. Per fare questo bisogna pianificare senza sosta e assicurarsi che il team sia sulla stessa lunghezza d’onda e pronto ad affrontare qualsiasi problema si presenti. 

Sviluppare procedure di crisi. Per essere più efficaci, queste procedure dovrebbero essere multilivello e condivise con l’intero team. In questo modo, tutti sapranno quali sono i prossimi passi da fare per risolvere la situazione in questione. 

Controllo e moderazione dell’agente/punto di contatto. Se tutti i tuoi punti/attori di contatto con i clienti sanno cosa dire e vengono costantemente controllati, la probabilità di una crisi su vasta scala diminuisce drasticamente. Un processo di revisione proattivo può essere fondamentale per garantire che tutti gli attori/punti di contatto stiano implementando le risposte dei clienti come necessario. È quindi necessario assicurarsi di aggiungere un processo dettagliato che contempli l’intera lavoro che il personale compie sui canali social.

Perché predisporre il crisis management

Con così tante cose da considerare quando si gestisce un’impresa, molti scelgono semplicemente di trascorrere il loro tempo cercando di risolvere i problemi che hanno di fronte, e non quelli che potrebbero verificarsi in futuro. Potrebbe sembrare piuttosto logico, certo, ma la verità è che la gestione delle crisi è qualcosa che tutti speriamo di non dover mai usare, ma qualcosa per cui tutti dobbiamo prepararci. Questo perché una crisi può sfuggire di mano rapidamente, quindi un piano rigoroso per affrontare il problema è fondamentale per una rapida risoluzione del problema. 

Le quattro fasi di gestione della crisi

crisi management

Le quattro fasi della gestione della crisi sono:

  • Mitigazione
  • Preparazione
  • Risposta
  • Recupero

Mitigazione

Ci sono alcuni elementi da considerare per poter effettivamente mitigare una crisi e comprendono la creazione di un team di gestione e un coordinatore che sia autorizzato ad agire; che il coordinatore crei o sviluppi un piano di continuità operativa (BCP) per determinare come l’azienda si muoverà sulla comunità per mitigare gli effetti della crisi e che sia servito dalle migliori fonti di informazioni stabilendo i canali di comunicazione.

Preparazione

Nella fase di preparazione sono fondamentali tre elementi: ci sono tre elementi da considerare durante la fase di preparazione: stesura del piano di comunicazione di crisi, organizzazione di riunioni dei vari consigli anche a distanza, se necessario; accesso alle riserve finanziarie.

Risposta

Si entra in piena operatività comunicando regolarmente con gli stakeholder, gestire le risposte a tutti le parti interessate dalla crisi, personale, cittadini, clienti; analizzare le implicazioni di  budget e creare piani di emergenza.

Recupero

A questo punto occorre creare piani di transizione per il ritorno alla normalità che partano da come si è gestita la crisi, che comunichino tempestivamente i passi avanti, le migliorie introdotte e il buon esito degli interventi, sempre su tutte le comunità interessate e tramite tutti i canali. E, naturalmente, coordinare nuovamente il personale e il management nella creazione di un piano di crisis management e di comunicazione del crisis management.

By |2022-06-22T15:44:22+02:00Luglio 4th, 2022|Marketing|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
WhatsApp Chatta con noi
Chiama
Dove siamo
PORTFOLIO