Marketing in B2B: strumenti e strategie per il successo, II parte

//Marketing in B2B: strumenti e strategie per il successo, II parte

Marketing in B2B: strumenti e strategie per il successo, II parte

Marketing in B2B: strumenti  

Questa è la fase del classico marketing digitale da funnel di conversione: e-mail, contenuti sui social media, ottimizzazione Seo, Google ADS. 

  • Il content marketing B2B è importante perché ad ogni azienda, e ad ogni consumatore, prima di acquistare piace fare ricerche. L’azienda potenziale cliente però parlerà con i tuoi rappresentanti, con i responsabili vendite: trasmettere in queste conversazioni contenuti di qualità, fornisce ai potenziali clienti risposte di valore creando fiducia e relazioni. I contenuti mostrano alle aziende che sei l’esperto del settore a cui dovrebbero affidarsi.
  • Segmenta i tuoi contenuti per i diversi segmenti di pubblico. Se hai diversi segmenti di pubblico di destinazione, separa i tuoi contenuti per renderli più facili da navigare. 
  • Conduci webinar, per avere il tempo per spiegare completamente il prodotto o servizio che offri ai tuoi clienti, dando loro l’opportunità di fare domande e avere le risposte di un esperto. 
  • Utilizza i social media. Trova contenuti utili per i tuoi follower, contenuti di valore che ritraggano la tua azienda come fonte affidabile di informazioni. La produzione di contenuti per i social media e la creazione di annunci per i social media sono due cose completamente diverse. Con i contenuti, le tue intenzioni non sono di fare una vendita ma di fornire valore. Con gli annunci, vuoi convertire i clienti e spingerli all’acquisto. 
  • Usa LinkedIn, la migliore piattaforma per il marketing B2B, che consente di stabilire connessioni e costruire relazioni con potenziali clienti, inserire contenuti di valore, qualificarsi come esperto. 
  • Una canalizzazione di vendita, per funzionare, deve essere automatizzata. Esistono diversi tipi di impostazioni per indirizzare contenuti ai clienti in punti specifici del ciclo di vendita. Esistono automazioni che collegano i movimenti nel funnel a ciascuna delle tue landing page, così sarai in grado di vedere da dove provengono i clienti sul tuo sito, quali e-mail hanno aperto, quali contenuti hanno visto, dove hanno lasciato i propri dati e quando si convertono! 
  • Crea un sito web professionale. Ogni azienda ha bisogno di un sito web che sia funzionale e dall’aspetto professionale. Per le aziende B2B ci sono diversi componenti importanti che devono essere inclusi nel design del sito. Il tuo sito web dovrebbe essere costruito per la generazione di lead: per questo, le landing page sono fondamentali. Ne dovrebbe esistere una per ciascuna azione compiuta dal potenziale cliente in ogni punto della canalizzazione e devono essere pagine focalizzate e prive di distrazioni, che possono essere integrati negli annunci sui social media, nelle e-mail e nel sito web. 

Il funnel del marketing in B2B 

Il marketing in B2B deve profilare i clienti nel dettaglio per determinare una politica di marketing delle vendite che individui clienti con in quali sviluppare un processo comune e un lavoro nel lungo termine. 

Nel marketing in B2B la canalizzazione di vendita viene concepita in tre passaggi: copertura, coinvolgimento e conversione:

  1. Copertura, l’obiettivo di marketing è raggiungere il giusto pubblico di destinazione attraverso i canali dei social media e i blog, quindi il numero di visualizzatori di blog aziendali collegati al sito, il traffico del canale YouTube dell’azienda, i follower o i visitatori dei social media, delle risposte all’e-mail marketing e cioè le percentuali di apertura e di clic 
  2. Coinvolgimento: la frequenza dei visitatori dei canali di social media e del sito web e le attività che svolgono sul sito aziendale determinano l’entità dell’interazione tra la tua azienda e questo particolare pubblico. Per comprendere l’entità dell’interazione, è necessario ridimensionare i parametri classici del B2C: ritorno e visitatori dei link ai social media, feedback sui social media; retweet, classificazione dei materiali su YouTube, collegamenti e commenti su Linkedin sono meno indicativi che nel B2C. 
  3. Conversione: il processo che trasforma un contatto in un cliente. È fondamentale monitorare i download e la condivisione dei contenuti, le registrazioni on-line, la compilazione di moduli, la frequenza di rimbalzo sulle pagine, 

L’obiettivo principale della strategia Marketing in B2B è la gestione dei clienti e il cuore delle vendite e del marketing oggi si basa sui dati dei clienti. Ottenere informazioni dettagliate sul cliente e sul suo comportamento di acquisto a intervalli regolari, analizzare queste informazioni correttamente, permetterà un aumento delle vendite e della redditività. 

Il marketing in B2B offre alle aziende la possibilità di sopravvivere, trovare nuovi clienti e vendere in proporzione alla capacità dell’azienda stessa di analizzare i dati digitali. L’obiettivo principale è trovare clienti con i quali creare target commerciali paralleli e mantenere interattivamente il rapporto commerciale. 

By |2021-06-14T09:26:51+02:00Aprile 5th, 2021|Marketing|Commenti disabilitati su Marketing in B2B: strumenti e strategie per il successo, II parte

About the Author:

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
WhatsApp Chatta con noi
Chiama
Dove siamo
PORTFOLIO