Mobile World Congress, Barcellona: annullato per Coronavirus

/, World/Mobile World Congress, Barcellona: annullato per Coronavirus

Mobile World Congress, Barcellona: annullato per Coronavirus

Annullato per Coronavirus il Mobile World Congress di Barcellona, l’evento che attira oltre 100.000 visitatori ogni anno dei quali, il 5-6 % proviene dalla Cina Continentale. Ironia della sorte, verrebbe da dire: annullata la fiera commerciale che celebra la telefonia mobile, in un mondo che è diventato sempre più mobile. Purtroppo, è molto mobile anche il Coronavirus.

L’annuncio dell’annullamento è stato dato in settimana dagli organizzatori dell’evento: troppa la paura di immettere gli operatori di tutto il mondo una specie di incubatore, uno spazio chiuso dove, fra uno starnuto e un colpo di tosse, il virus avrebbe potuto mostrare la propria virulenza e, nello spazio di pochi metri, contagiare i visitatori dall’Europa all’Australia, dalla Cina al Canada, e senza bisogno di navi.

I Toptrender del settore avevano già cominciato a sganciarsi: G, Sony, Ericsson, Nokia, Nvidia, Intel e Amazon hanno detto no, troppo preoccupati per far viaggiare i loro dipendenti e sottoporli a possibili contatti e contaminazioni. Solo Huawei aveva dichiarato che avrebbe inviato il suo staff europeo a Barcellona per coprire i dipendenti cinesi bloccati in patria. Prima di annullare l’evento, gli organizzatori le avevano pensate proprio tutte, anche perché l’evento ha un forte impatto sull’economia dell’indotto di Barcellona e pesanti ricadute soprattutto sui piccoli produttori di tutto il mondo.

D’altra parte, il Coronavirus fa già sentire i propri effetti sulla produzione industriale: chi ha spostato l’indotto all’estero, di fatto riceve sempre meno merce e la produzione industriale rallenta.

Le misure sanitarie? Primo, niente strette di mano

Il piano sanitario d’emergenza previsto degli operatori era abbastanza fumettistico: per esempio evitare le strette di mano ed escludere dall’ingresso le persone che fossero state in Cina fino a due settimane prima dell’evento.Mobile World Congress: annullato per Coronavirus

A parte il fatto che il controllo passaporti avrebbe richiesto, probabilmente, gli interi due giorni della manifestazione, come organizzare una fiera commerciale, quindi dedicata allo scambio, senza che gli operatori possano parlarsi e toccarsi?

Ma poi, la merce? È vero che il virus si prende solo per contatto diretto con un contagiato ma quanti si sarebbero fidati a toccare apparecchiature provenienti da chissà dove? È proprio vero: il terrore corre sul filo, anzi, sul mobile.

Esiste anche un’altra incontestabile realtà: notoriamente i cellulari sono più sporchi dei wc. Pensiamo quindi a una fiera espositiva commerciale: telefoni e attrezzature che passano di mano in mano e da bocca a bocca. Una visione Dantesca, un girone dei dannati.

Tecnologia battuta

Così devono essersi sentiti gli organizzatori, che hanno tentato il tutto per tutto ma si sono dovuti arrendere. Insomma, l’evento che celebra la libertà della mobilità è stato battuto dalla mobilità di una catastrofe naturale. La natura ci corre dietro e ci prende, sempre. Il Coronavirus è più “mobile” della tecnologia.

By |2020-02-28T09:48:57+00:00marzo 4th, 2020|News, World|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
WhatsApp Chatta con noi
Chiama
Dove siamo
PORTFOLIO