Ora che abbiamo capito i fondamenti che rendono il marketing in tempo reale alla portata di un’azienda, sorgono spontanee alcune domande: quali sono le chiavi? Cosa dovremmo considerare mentre cerchiamo di implementare una strategia di successo di automazione del marketing in tempo reale? Vediamo i punti principali.

Big data

I Big Data raccolgono dati, stabiliscono metriche, gestiscono una varietà di fonti, effettuano controlli incrociati delle informazioni provenienti da tutte le fonti di dati e le abbinano ai profili. Più precisamente il marchio riesce a definire la sua buyer persona, più si avvicina a individuare le opportunità per correlare i dati e il comportamento dei consumatori.

Segmentazione per arrivare al nucleo

Nonostante sia quasi impossibile raggiungere ogni cliente con offerte e promozioni, capire bene le esigenze e le informazioni sul cliente finale aiuta il marchio a definire chiaramente i contenuti che deve produrre, a chi si rivolge e quando è rilevante nel percorso d’acquisto del cliente. La segmentazione dei clienti consente di creare materiale e contenuti pertinenti.

Per il marketing in tempo reale chiarirsi il rapporto con le buyer persona è ancora più fondamentale che nel marketing tradizionale per creare una strategia di acquisizione che definisca come inserirle nella canalizzazione di marketing, come acquisirli come clienti, quale materiale di rinforzo e quali tattiche creare per ogni fase della canalizzazione.

Social media marketing

Il social media marketing è indispensabile per avvicinare il marchio agli utenti. I social media sono il miglior canale per mantenere vive le conversazioni, ottenere feedback sulla strategia e correggere qualsiasi crisi del marchio che potrebbe emergere in tempo reale, permettendo di sfruttare tutte le opportunità che emergono e di rielaborare le proposte.

Multicanalità

Il marketing in tempo reale è multipiattaforma e multicanale. I clienti usano telefoni, tablet e computer tutto il giorno. Il processo di acquisizione del cliente può cominciare dal telefono e svilupparsi poi su tablet e computer nella fase di approfondimento delle proposte e la conclusione dell’acquisto ma potrebbe anche cominciare on line e terminare in un negozio fisico, che deve interagire costantemente con i canali mobile.

Il real time marketing necessita di una visione olistica attraverso la multicanalità ma non può prescindere dall’off line.

Contenuto del marchio

Il contenuto del tuo marchio è fatto di valori, prodotti, prezzi e contenuti. Il contenuto del tuo marchio deve essere in linea con le tue buyer persona, le parole chiave e i principi SEO. È fondamentale creare uno storytelling transmediale multipiattaforma e multicanale.

Personalizzazione

Il marketing di oggi è una questione di personalizzazione. Più il potenziale cliente si sentirà avvicinato, connesso, speciale, più sentirà che risolvi i suoi problemi e soddisfi i suoi desideri, più facilmente riuscirai a coinvolgerlo e acquisirlo. Per questo la personalizzazione è un altro elemento cruciale nel marketing in tempo reale.

Real time marketing, strategie

Velocità significa essere veloci

Essere veloci significa essere i primi. Gli strumenti ci sono e ti consentono di profilare il cliente come mai prima d’ora. Tutti i traffici vanno attentamente monitorizzati incrociando menzioni, feedback, sentiment analysis, mosse di eventuali influencer abbinandoli a dati proprietari come quelli del CRM aziendale, dati d’acquisto eccetera. Il tutto per creare dati strutturati precisi ed efficaci per prendere decisioni in tempo reale.

Avere una mentalità sempre attiva

Il marketing in tempo reale richiede mente attiva, attenzione capacità di cogliere costantemente le opportunità. Questa è un’autentica sfida per qualsiasi azienda e richiede un rimodellamento dei percorsi decisionali, dei team di marketing eccetera.

Costruire una strategia di marketing sostenibile

Il marketing in tempo reale richiede di disporre di risorse e competenze continue. Non basta azzeccare un tweet ogni tanto. Perché il marketing in tempo reale diventi parte integrante della strategia di marketing, è fondamentale trovare i modi, le risorse, i tempi per essere coerenti.

Raccolta di dati e informazioni in tempo reale

Con promozioni e campagne pianificate, gli esperti di marketing hanno più tempo per raccogliere, analizzare e generare report sui dati. Nel marketing in tempo reale, questo processo avviene molto più velocemente e può essere più difficile da misurare.

Risorse dedicate per il marketing dei contenuti

Avere un content marketer dedicato (o un intero team) per gli sforzi di marketing in tempo reale assicura di essere pronti a cogliere le opportunità non appena vengono individuate. Dalla ricerca di una tendenza in voga alla creazione di testi e grafica, la presenza di marketer in tempo reale  può diventare la priorità di marketing di un’azienda.

Social media marketing

Se vuoi che un messaggio importante si diffonda a macchia d’olio, i social media sono un buon punto di partenza. Il social marketing è il collegamento diretto di un marchio con i suoi follower e il rispettivo pubblico.

Ascolto sociale

Parte di un marketing sociale efficace è l’ascolto sociale. Non è sufficiente condividere contenuti tempestivi e pertinenti se nessuno sta ascoltando. Piuttosto, il marketing in tempo reale sui social media è più potente quando i marchi creano conversazioni significative su cose che interessano alle persone.

Influencer marketing

L’influencer marketing è una svolta nel marketing del passaparola. È vero che nei social i messaggi viaggiano rapidamente da persona a persona, ma gli influencer hanno un più ampio seguito e aiutano quindi a raggiungere più persone in minor tempo.

Sensibilizzazione alle pubbliche relazioni

Molti esperti di marketing utilizzano i social media per il marketing in tempo reale per aiutare i loro contenuti a diffondersi più velocemente. Anche le pubbliche relazioni sono capaci di diffondere la storia aziendale e i contenuti del marchio e permettono all’azienda di connettersi, per esempio, con siti web, blog, e canali di news.

I social media hanno un po’ appannato la rilevanza delle pubbliche relazioni, che però sono ancora indispensabili, per esempio, nella gestione della reputazione aziendale e al tempo stesso possono fornire informazioni, per esempio, sulla notiziabilità del marchio, da inserire nei dati a disposizione dell’azienda.